Banner-1-900x68px.png
News Anteprima Test Drive Specifiche Auto Confronto Ricerca
 
Dodge Viper SRT-10 ACR
DODGE

Dodge Viper SRT-10 ACR

div.jpg

la pi estrema della serie.

31 Dec 2009
di Luca Dani
DODGE

Per il 2010, il Gruppo Chrysler, pur essendosi trovato nelle note difficoltà finanziarie che lo hanno portato ad essere parzialmente rilevato dal Gruppo Fiat, ha comunque in programma di lanciare sul mercato quella che sarà la versione più estrema della sua supersportiva, ossia la Dodge Viper SRT-10, la quale verrà proposta nella versione ACR (American Club Racer), presentata a Los Angeles nel dicembre del 2009.
Tale versione pare uscita direttamente da una competizione su pista, per la quale sembra infatti più adatta, piuttosto che per un utilizzo turistico, ma malgrado ciò è omologata di fatto per l’impiego stradale.

Esternamente, l’inconfondibile corpo vettura tutto muscoli, basso e largo, viene caratterizzato in primis da un’ampia ala posteriore in fibra di carbonio,  in grado di generare un enorme carico aerodinamico sul retrotreno. Anteriormente troviamo invece uno spoiler sottoparaurti regolabile, anch’esso in carbonio. Una larga banda nera longitudinale percorre il cofano motore, affiancata da una seconda banda, molto più sottile, ed insieme completano il quadro delle differenze estetiche tra la Viper ACR e le “normali” Viper SRT-10.
All’interno dell’abitacolo, la dotazione è stata ridotta solo all’essenziale per potersi divertire in pista e per contribuire alla riduzione del peso. Non si troverà mai, per esempio, un impianto stereo in una Viper ACR, ma unicamente la strumentazione, comprendente tra l’altro anche un cronometro per la rilevazione dei tempi (per esempio sui giri di pista). All’alleggerimento della vettura contribuiscono anche i cerchi in lega specifici.

Per quanto riguarda la meccanica, la Viper ACR monta il classico V10 che da sempre ha spinto la grossa muscle-car americana, e che dal 2008 è salito ad 8.4 litri, erogando così una potenza massima di 600 CV ed una coppia massima di ben 760 Nm. La vettura rimane incollata alla strada grazie ai generosi spoiler di cui si è già parlato, ma anche grazie alle nuove sospensioni regolabili firmate KW ed ai nuovi pneumatici Michelin specifici. Leggermente rivista anche la rapportatura del cambio, specie nelle marce alte, che risultano leggermente più corte. Completano il quadro meccanico anche i nuovi freni a disco a due elementi.
Con queste caratteristiche, la Viper ACR accelera da 0 a 100 km/h in 3.9 s, prestazioni degne di altre supercar europee, come certe Ferrari o Lamborghini.

Per la Viper SRT-10 ACR si prevede una produzione in tiratura limitata a 500 esemplari, che saranno venduti dal 2010 ad un prezzo, per ora stimato, di circa 100 mila dollari. Di questi, già alcuni sono circolanti e tra essi, oltre a quello utilizzato per la presentazione al Salone di Los Angeles, ve n’è anche uno che ha infranto il record sul giro a Laguna Seca, percorso in 1’33”915, migliorando così il precedente record di ben 1”1.
Per celebrare questo evento, la Viper ACR verrà prodotta anche in un’altra serie, a tiratura molto più limitata e denominata 1:33, in memoria del tempo record sul giro. Tale versione verrà prodotta in soli 33 esemplari, dalla colorazione rosso e nera.

Ma le sorprese non finiscono qui, infatti la Viper ACR è prevista anche in un’ulteriore serie limitata di appena 10 esemplari, denominata Voodoo Edition.
Infine, per l’impiego nelle competizioni, verranno approntati alcuni esemplari della cosiddetta Viper ACR-X, con alcune significative rivisitazioni al motore, ed in particolare alla testata ed allo scarico, modifiche che ne porteranno la potenza massima a 640 CV. Tale versione, dalla livrea bianca e nera, verrà utilizzata per i campionati SCCA e NASA, ma anche per uno specifico monomarca Viper che partirà nel luglio 2010.

Luca Dani

 

In anteprima il camera car del giro record di Laguna Seca.

Visualizza i video correlati:
Viper Laguna Seca Record: The Whole Lap

 
TUTTE LE NEWS